Clown Dottori e Volontari del Sorriso

I Clown Dottori

Sono operatori socio-sanitari professionali che operano attraverso le arti della clowneria (comicità, umorismo, prestidigitazione, improvvisazione teatrale, musica, burattini, ecc...) per mutare segno alle emozioni negative delle persone che si trovano in difficoltà di tipo sanitario e/o sociale.
Il Loro compito è sdrammatizzare le pratiche sanitarie, mutare segno alle emozioni negative, quali paura, rabbia, delusione, tristezza, farle esprimere, gestirle e virarle al positivo, verso il sorriso, il coraggio, la speranza, la gioia, il riso.

Indossano un camice variamente colorato, lavorano sempre in coppia, effettuando un vero e proprio “giro visite” in ogni singola stanza oppure intervengono durante le medicazioni o gli esami invasivi di vario genere.
I Clown Dottori lavorano a stretto contatto con l'equipe sanitaria ed ogni loro intervento è preceduto da brevi momenti informativi con il personale del reparto, in modo da poter essere in grado, di volta in volta, in maniera flessibile e rapida, di scegliere il tipo di intervento più adeguato da mettere in campo con i singoli bambini: l'intervento del Clown Dottore è sempre “ad personam”, calibrato a seconda delle necessità e mai un semplice “spettacolino” ripetitivo.
Diverse ricerche realizzate negli Ospedali italiani (vedi Homo Ridens) hanno dimostrato la terapeuticità dei Clown Dottori nelle corsie dei reparti.
L'intervento dei Clown Dottori coinvolge tutta la comunità ospedaliera: la loro presenza è in grado di mutare radicalmente l'atmosfera dei reparti, coinvolgendo oltre i bambini anche i genitori presenti : spesso infatti, alla paura dei piccoli degenti, si unisce anche l'ansia e l'angoscia dei genitori, in una spirale che si autoalimenta.
La figura del Clown Dottore, così, relazionandosi con le figure di riferimento dei piccoli, è in grado di stemperarne l'ansia e far defluire lo stress del ricovero.
Anche il personale sanitario riceve beneficio dal loro servizio, oltre che direttamente (il Clown Dottore sa interagire con gli adulti), anche indirettamente, poiché facendo calare i livelli dell'ansia, facilita il rapporto terapeutico dei sanitari con i piccoli pazienti. Questo significa che il Clown Dottore è anche un Creatore di Comunità.

I Clown Dottori ricevono una formazione specifica per interagire in un ambiente difficile e complesso come quello ospedaliero.
Una formazione accurata, multidisciplinare e di durata adeguata è fondamentale per la figura del Clown Dottore.
Un operatore formato troppo genericamente o brevemente non è in grado di leggere i segnali emergenti nella situazione specifica in cui si trova ad operare, con il rischio di superdosare ( o sottodosare) il proprio intervento, di non finalizzarlo specificamente al tipo di bambino (e al tipo di patologia) che ha di fronte; spesso può capitare che egli sia prestissimo preda di burn out, senza contare evidenti rischi traumatici per i piccoli degenti.

logo seaf web Per saperne di più sul percorso formativo del Clown Dottore:
SEAF - Scuola europea di Alta Formazione per Clown Dottori, operatori della salute ed insegnanti "Norman Cousins"

I presupposti fondamentali per diventare un Clown Dottore sono: Equilibrio della personalità, attitudini artistiche, solarità, capacità di lavorare in equipe.

Il Clown dottore è tenuto a partecipare a riunioni quindicinali con le equipes di Clown Dottori operanti in altri ospedali, allo scopo di condividere le esperienze, e di affinare la propria professionalità.
E' altresì definita una costante supervisione, allo scopo di rielaborare i vissuti e le esperienze, e ricevere suggerimenti.

I Clown Dottori sono presenti in diversi reparti pediatrici degli Ospedali italiani, ma questa figura professionale può intervenire mediante la “comicoterapia” sia attiva che passiva, anche in numerosi altri campi:

SANITARIO: lungodegenze, riabilitazione, reparti oncologici, anziani anche affetti da alzheimer, diversabilità motoria e mentale, sale d'aspetto per esami invasivi, reparti dialisi, odontoiatria, odontoiatria speciale, persone con diabete, etc..
SOCIALE: centri giovanili, bambini iperattivi, scuole (crediti formativi, classi difficili), carceri, missioni umanitarie.

La figura professionale del Clown Dottore non è stata ancora formalmente riconosciuta, sebbene al contrario, molte istituzioni ne hanno finanziato la formazione. (Regione Toscana, Provincia di Roma, Provincia di Lucca).

logoUNIROMA3 Nel 2007 e nel 2008 l’ Università di Roma 3 , facoltà di Scienza della formazione, ha istituito due Master dal titolo ”IL CLOWN NELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE”, di cui Ridere per Vivere è partner per la parte laboratoriale e del tirocinio (circa 700 ore).

Da un paio di anni l’obiettivo del riconoscimento della figura professionale è perseguito anche dalla FNC (Federazione Nazionale ClownDottori) di cui Ridere per Vivere è stata co-fondatrice.

Diari dei Clown Dottori
Clicca per curiosare il diario del:

Dott. PANZE',Dott. DUEMETRI,Dott.ssa SVULAZZELLA,Dott. RAGU',Dott. SPINOTTO,Dott.ssa GIRASALE,
Dott.ssa FALPALA' e CAMOMILLA
,Dott.ssa FAVILLA,dai Clown Dottori dell'Emilia,Dott. CAPITOZZOLO

 

I Volontari del Sorriso

Cos'è, cosa fa, come si diventa e dove lavora:


Da non confondersi con i Clown Dottori (operatori che tendono al professionismo), i nostri volontari sono di fatto “animatori socio sanitari”, in grado di portare l’energia del sorriso e del riso come aiuto concreto creativo nei luoghi di degenza o simili. Trattandosi appunto di Volontari, operano per lo più nei fine settimana, giornate interminabili in cui la permanenza in corsia è ancor più difficile, la solitudine più pesante…
L’aiuto concreto creativo consiste nell’animazione, nella proposta di giochi, spettacoli, performances, uso di marionette e di burattini, sempre nel contesto della comicoterapia. L’intervento è effettuato dagli operatori in equipe di 3/5 persone, ed è volto verso gruppi di degenti o utenti, al fine di portare gioia, calore, amore. Esso è naturalmente esteso a tutta la comunità nella quale l’utente è inserito (il bimbo in ospedale, l’anziano nel centro diurno…), fino a giungere quando possibile alla ristrutturazione pittorica dei reparti, all’organizzazione di eventi di festa ecc…
Il loro intervento completa e rafforza quello dei Clown Dottori, riempiendo lo spazio fuori da momenti di analisi (prelievi, TAC, lastre…) e cura (medicheria, pre e post operatorio…) dove l’umano ha bisogno di calore e amore, di gioco delicato, di colore ed allegria. E di amore i volontari ne hanno davvero tanto da dare, la loro motivazione al servizio verso l’altro è altissima.

Essi si divertono ad inventare l’intervento mirato al tipo di contesto, curano i rapporti tra loro, creando gruppi di auto-aiuto per elaborare le dinamiche interne, convinti come sono che se il gruppo non è armonico l’intervento ne risente.
I Volontari inoltre operano insieme ai Clown Dottori nella diffusione della filosofia e dei valori di Ridere per Vivere, gestendo stand, partecipando ad iniziative sociali ed a manifestazioni pubbliche.

logo seaf web Per saperne di più sul percorso formativo del Volontario del Sorriso:
SEAF - Scuola europea di Alta Formazione per Clown Dottori, operatori della salute ed insegnanti "Norman Cousins"

 

Diari dei Volontari del Sorriso
Clicca per curiosare il diario di:

SUELLEN, NICOLETTA, STEFANIA, PATRIZIA, ANNALISA, FRANCESCO

Sei qui: Home Chi siamo I nostri operatori Clown Dottori e Volontari del Sorriso