Diario della dott.ssa Girasale

dott.ssa Girasale- Marina Trevisan - Clown Dottore

Ospedale San Carlo - reparto oncologico adulti.
E’ una serata grigia qui a milano e con ada, la dott.sa peretta in clisterone mi sto recando al reparto di oncologia presso l’ospedale san carlo. sono le 19.30 quando saliamo al quarto piano, ci cambiamo, ci trucchiamo e nel frattempo scambiamo quattro chiacchiere con le volontarie che al lunedi’ sera propongono il gioco del bingo ai degenti che possono alzarsi dai loro letti. inizialmente non potevamo entrare nelle loro stanze, poi lo psicologo dell’ospedale ci ha detto che potevamo farlo visto e considerato che a noi non sembrava giusto ignorare proprio coloro che hanno piu’ bisogno di conforto e che sono costretti dal male e dalle terapie alle quali sono sottoposti, a non potersi alzare. entriamo nel reparto verso le ore 20 e subito ci viene incontro un ospite sulla sedia a rotelle che scherzosamente ci chiede dove cavolo eravamo finite la volta scorsa perche’ lui si era fatto dare una fisarmonica sapendo che nel reparto sarebbero arrivati i clowns. noi gli spieghiamo che in reparto ci rechiamo una volta ogni quindici giorni e io gli mostro la mia armonica, lui sorride e mi dice di saperla suonare: e’ contento della nostra presenza, bene! mentre le volontarie si preparano per il bingo noi iniziamo a fare il giro delle stanze. mi trovo bene con la dott.sa peretta perche’ siamo sempre in sintonia, ci capiamo con lo sguardo e nel nostro lavoro e’ importante. non e’ sempre facile sorridere quando ci si trova davanti una persona che soffre eppure il piu’ delle volte la forza ci viene data proprio da chi soffre. ci troviamo davanti alla stanza nr 4 , la stanza e’ socchiusa e fuori c’e’ una donna di mezza eta’ che non sorride ma ci chiede di non fare rumore perche’ sua figlia sta male. la dott.sa peretta aveva parlato prima del giro con le infermiere e mi aveva avvisato di questo. proseguiamo intrattenendo anche gli altri ospiti nel corridoio del reparto quando un’infermiera ci chiama e ci dice che la ragazza della stanza nr 4 ci vuole vedere. io e ada entriamo nella stanza. maria e’ febbricitante e subito ci sorride. ha un bellissimo viso, e’ giovane ed e’ mamma. le stanno vicino la cugina e una zia acquisita (cosi’ si e’ presentata) e nella stanza la sua mamma giovanna che ci sorride.

dott.ssa Girasale

Sei qui: Home Chi siamo I nostri operatori Diari di viaggio Diario della dott.ssa Girasale