Diario di Stefania

Stefania - Volontaria del Sorriso

Sono passate quasi due settimane dalla mia ultima esperienza a Palidoro e vi confesso che stavo cedendo alla pigrizia di non scrivere....ma l'eco dell'intervento non si è ancora placato in me e non posso non raccontarvelo! Ci tengo particolarmente perchè è stato il frutto di un lavoro di squadra precedentemente studiato e poi sperimentato e adattato alla situazione in cui ci siamo trovati ad agire.
Patrizia "Zampotta" e Cecilia "Sofficino" sono state l'anima e il punto di riferimento della spedizione- da brave scolarette hanno fatto a casa una ricerca di giochi e laboratori in grado di stimolare l'attenzione dei bimbi di Palidoro e di sviluppare le loro capacità percettive, mnemoniche e immaginative- Io, Simona Cavallo, Patrizia C. e Alessandro "Papaya" siamo stati dei validi esecutori del "canovaccio" che avevamo stabilito assieme.
L'obiettivo era non disperderci, ascoltarci e costruire un intervento partecipato da tutti. Del resto il fatto che ci fossero solo i bimbi del reparto, o quasi, ha giocato a nostro favore... Abbiamo accolto i nostri amati palidoriani improvvisando lazzi, frizzi e capriole su uno spunto comico...loro si sono dimostrati subito in forma e ben disposti alle risate...approfittando dell'attenzione così conquistata ci siamo disposti in cerchio e li abbiamo fatti presentare dando a ciascuno il suo momento accompagnato da scroscianti applausi...il delirio!! Subito dopo è partito il super tombolone con le immagini, un incrocio tra il memory e la tombola- che, dato il livello di attenzione raggiunto e i nostri appostamenti da vigili urbani, è riuscito e non ha stancato....tutti vincitori, tutti contenti...- ci credo, come premio ci hanno storditi di martellate... scaricando così la loro impotenza e la loro rabbia- (tra i più facinorosi è stato segnalato il signorino M., il quale si è divertito a infierire su Zampotta...).

Ci siamo perciò lanciati in una "passeggiata in città"...e il livello di energia saliva, saliva...mentre, tra un volo di fantasia e una discesa in picchiata sulla terra, al largo dei bacini e al viale degli abbracci si distribuivano in grande quantità coccole e amore per tutti.
Infine, sempre in cerchio, ormai divenuto anello di energia positiva e amore, ci siamo comunicati il nostro stato d'animo associandolo ad un colore...immaginate il piacere di vedere negli occhi di quegli angioletti colori gialli, verdi, azzurri, rosa e arancioni.....(ad eccezione di un papà che si entiva,ahimé,grigio,ma come biasimarlo?!).
Mi sono sentita letteralmente svuotata e distrutta. Per giorni ho risentito fisicamente delle emozioni smosse; tuttavia posso dire con certezza che quella è stata la più intensa, condivisa, liberatoria,divertente....esperienza del mio tirocinio di imbranata del sorriso. L'abbiamo strutturata, gestita e sentita all'unisono ed ha scatenato in me la voglia di fare sempre meglio, che non è dare di più, perchè ogni volta cerchiamo tutti di dare il massimo, ma piuttosto dare importanza alla qualità di ciò che diamo. "Dare meglio"!
Per chi fosse arrivato fino alla fine...scusatemi, troppe parole! Per gli altri buona notte.

 

Stefania

Sei qui: Home Chi siamo I nostri operatori Diari di viaggio Diario di Stefania