La nostra canzone

"Un sorriso nel deserto"
il brano che ci rappresenta

Nell'inverno del 2003 venimmo chiamati da 
Giulia Landi una ragazza di pistoia, sedicenne che, 
dopo la visione di CLOWNIN' KABUL, con il suo gruppo
di sole ragazze aveva scritto, arrangiato, interpretato ed inciso questo pezzo...

storia2

il testo: 

Ti prego non andare,
non andare non puoi lasciarmi sola nel dolore. 
Regalami un sorriso ancora uno, 
hai protetto questa gioia come mai nessuno. 
Nascondimi dal lampo delle mine. 
Nascondi le mie fantasie bambine. 
Proteggimi dal mondo che è crudele, 
solo tu contro le forze del male. 
Hai messo bianchi fiori nei cannoni, 
sfidato lacrime e disperazione. 
Hai corso assieme al vento del deserto, 
unito mille canti in concerto… 

E danza…danza…danzano i colori sul tuo viso, 
come quelli che hai rubato all'arcobaleno. 
E gira gira il mondo, potrebbe anche cadere 
ma non ci sarà guerra che ti potrà fermare. 
Passano i soldati col mitra sulla spalla. 
Aerei e carri armati, la polvere che balla… 
"Perdete ogni speranza !" 
ci dicono ogni giorno… 
La morte è in agguato ma ora le saltiamo attorno. 
E ridi…ridi…ridono la danza è già iniziata, 
come pioggia nel deserto qui è giunta una risata... 
Se incerto è il nostro ballo, 
non lo sono i nostri cuori, 
I clown sono arrivati
Uscite fuori signore e signori !

 
Sei qui: Home Chi siamo Tuffati dentro... La nostra canzone