Scuola

scuole
 
PREVENZIONE
ACCOGLIENZA
RIMOZIONE DEL DISAGIO
CREDITO FORMATIVO
AGGIORNAMENTO DOCENTI
ALTRI PROGETTI

 
Quando, nel 1991, presentammo, presso alcune scuole superiori, dei progetti legati al laboratorio “Comicità è Salute”, poco mancò che i Presidi interessati svenissero dietro le loro importanti scrivanie. Ma come, “ ridere a scuola ”?

scuole2
 
I progetti riguardavano la prevenzione primaria, l'educazione alla salute, la rimozione del disagio scolastico, le classi cosiddette difficili
Solo la preside dell' ITC Toscanelli di Roma ci diede credito e non ebbe a pentirsene.
Dopo qualche sperimentazione e la pubblicazione dei dati e delle risultanze i nostri laboratori furono richiesti persino nella lontana provincia di Ragusa.

Spesso i giovani sono refrattari -per la fase evolutiva che vivono- alle intrusioni degli adulti nelle loro problematiche, nei loro rapporti interpersonali e nei loro conflitti. Volenti o nolenti noi adulti siamo visti come controparte e solo raramente si attua quel famoso dialogo, che è soprattutto tra generazioni, in grado di sbloccare situazioni spesso patogene.
Peraltro non ci sembra ovvio sottolineare che un dialogo, per aver luogo, abbisogna di un linguaggio comune.
Così il Riso, il Comico, oltre alle caratteristiche fondamentali di “riserva” per la salute psicofisica, è un linguaggio connaturato ai giovani, che nei loro rapporti privilegiano lo scherzo, il dileggio, la trasgressione.

Usando il grimaldello del Riso si arriva, all'interno del gruppo-classe, a far emergere, affrontare e gestire anche le più nascoste dinamiche interpersonali o le problematiche dei singoli.
 
Nelle scuole medie la situazione è analoga: i laboratori hanno come obbiettivo: 
1) l'espressione di sentimenti, conflitti, disagi, contenuti aggressivi, timidezze, insicurezze che i ragazzi possono vivere, e
2) la loro elaborazione in funzione di aumento del grado di autostima, di autovalutazione e della creatività.

Questi laboratori divengono particolarmente efficaci se effettuati nelle fasi dell'accoglienza (passaggio tra i diversi ordini scolastici).

Un'altra esperienza estremamente significativa è stata effettuata nel 2000/2001 con 400 giovani maturandi della Provincia di Roma.
Il progetto, denominato “ Comicita' è salute: la gelotologia come credito formativo per i maturandi “ ha visto coinvolti una decina di gruppi di ragazzi tra i 18 e i 19 anni, target tra i più difficili.
Dopo un incontro con gli insegnanti delle classi coinvolte, effettuavamo due ore di presentazione del lavoro, a scuola.
Dopodiché portavamo il gruppo in un luogo bellissimo di montagna, lontano dai computer, dalla TV, persino dalle automobili ed effettuavamo una piena immersione nella dimensione della comicità, accompagnati da cibo biologico cucinato con grande maestria.
Per i giovani un vero e proprio salto nell'altrove assoluto.
Al ritorno, ancora a scuola, trascorrevamo con loro le ultime 4 ore per fare un bilancio dell'esperienza e presentare, in funzione di orientamento, le professioni legate alla comicoterapia (Clown Dottore, Gelotologo, Animatore ….)
Questa tipologia di laboratorio residenziale ci viene richiesto molto, anche per ragazzi più giovani.

Sono attualmente previste quattro tipologie diverse di laboratorio dedicate alle scuole superiori:
  • Laboratorio “Comicità è salute” - Credito Formativo- da svolgere come attività pomeridiana (durata tre mesi circa , un incontro alla settimana)
  • Laboratorio “Comicità è salute” - Credito Formativo Residenziale (fine settimana lungo con laboratorio intensivo)
  • Laboratorio “Comicità è salute” Accoglienza - dedicato alle classi del primo anno (da svolgersi in orario scolastico)
  • Laboratorio “Comicità è salute” Gruppo Classe - dedicato alle classi problematiche (da svolgersi in orario scolastico)


Poiché ogni discorso sul comico non può prescindere dalla considerazione del corpo come veicolo primario della comicità, nell'interagire con gli adolescenti, noi tocchiamo, uno dei nodi del disagio: il rapporto con il proprio corpo, cioè l'involucro del proprio sè che inizia un cammino autonomo sulla strada della vita.
 
 
ALTRI PROGETTI
scuole4
  
 
 
I CLOWN DOTTORI diventano tramite tra i bambini ospedalizzati ed i loro coetanei a scuola.
Un fiume di messaggi, disegni, fotografie, brevi video prodotti dai bambini a scuola partono nelle bisacc dei postini clown ed arrivano nelle corsie pediatriche. E’ il progetto “Adotta un Clown Dottore” e mette insieme didattica della gelotologia, didattica scolastica, educazione alla solidarietà, educazione al risparmio.
Il progetto è molto attivo nel Lazio.
 
scuole1scuole3
 
Sei qui: Home Progetti SOCIALE Scuola